giovedì 19 ottobre 2017

[La vedetta di KS] XXXIX puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Continuando ciò che ho cominciato l'altra settimana, oggi sono orgoglione di presentarvi un progetto tutto italiano che sta riscuotendo un buonissimo successo con un titolo davvero interessante:
  • ELO Darkness
  • Endure the Stars
  • Animagicians
  • Heart and Brain
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge



mercoledì 18 ottobre 2017

[Anteprima giocata] Star Cartel

scritto da F/\B!O P.

Oggi vi presento un introduttivo economico sulla speculazione di azioni e merci, ambientato nello spazio. I giocatori rivestono i panni di contrabbandieri che si alternano tra il mettere da parte i prodotti e lo spingerne il prezzo sul mercato nero.
Martin Boisselle è un ingegnere del suono che vive a Montreal in Canada e questo è il suo primo titolo pubblicato da una casa editrice (acquistabile da domani!). La Osprey Games ha ingaggiato Michał Niewiadomy per dare una splendida veste grafica al gioco, un po' Happy Days, un po' Silver Age del fumetto americano.
Come per Samurai Gardener, anche qui editore e BGG non sono d'accordo sull'età consigliata: chi dice 14+, chi 10+. Ad ogni modo ci si può giocare in 3-6 persone per circa 30-60 minuti. Il tutto è indipendente dalla lingua, eccettuato il regolamento.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

Si ringrazia Osprey Games per la copia di review.

martedì 17 ottobre 2017

Sea of Clouds [Recensione]

Scritto da Chrys.

Il tema dei pirati è forse uno dei più usati e abusati nel mondo dei giochi di società (diciamo che se la gioca nella top position col fantasy e con gli zombie XD) quindi non stupitevi di ritrovarmi a parlare di nuovo di un gioco di pirati: questo in compenso presenta però una meccanica davvero interessante e diversa dal solito, accompagnata da un paio di altri pregi.

Il titolo è Sea of Clouds (2-4 giocatori, 20-40 minuti) ideato da Théo Rivière e illustrato da Miguel Cohimbra, che si presenta sugli scaffali col noto marchio Iello ed edito in italiano da uPlay.

In verità il gioco lato ambientazione prova a distaccarsi un pelo dai suoi simili, ma giusto con un timido passettino laterale "che non si sa mai". Infatti siamo pirati che viaggiano su navi volanti tra isole galleggianti, mostrate anche in copertina e sulle plance ma nel gioco comunque non ve ne accorgerete anche perchè poi le illustrazioni vi spiazzano con reliquie tutte sommerse... ma poco importa. XD

lunedì 16 ottobre 2017

[Essen 2017] Il Made in Italy raccontato dagli autori

scritto (o meglio "raccolto") da Fabio (Pinco11)

Scorrendo l'elenco dei titoli in uscita in questa annata, mi soffermo spesso nel notare come molti di essi siano frutto della creatività di autori italiani, i quali con buona frequenza vedono pubblicati i loro lavori anche da editori stranieri. 
Ho avuto quindi un'idea, ossia di coinvolgerli nello scrivere un articolo dedicato alla produzione intellettuale di casa nostra, accomodando io, per una volta, la mia penna virtuale sul tavolo, per lasciare che siano gli stessi autori a descriverci le loro creature.
La premessa è stata quella di rendere una sintetica descrizione del gioco, un po' come quelle che potete leggere nelle mie classiche carrellate di titoli del prefiera e come vedrete un buon numero di designer hanno accolto l'invito.
Andiamo quindi a leggere cosa ci aspetta .. :)

(non tanto) Piccola guida alle uscite di Lucca Games 2017

scritto da Fabio (Pinco11)

Eccoci ancora alle porte con  il consueto appuntamento annuale con la più grande fiera italiana nella quale sono presenti anche i giochi da tavolo ed eccomi a proporre ancora la nostra consueta miniguida all'evento, nella quale cercherò di delineare una elenco dei titoli di maggior spicco che saranno presenti agli stand del solo settore Games, che è quello di nostro interesse
A questo giro la fiera sarà, come date, a ridosso di Essen in modo particolare (in Germania si chiude domenica e a Lucca si inizia mercoledì), per cui ci saranno già diverse uscite e localizzazioni, ma è lecito attendersi che qualche piano possa concretizzarsi anche con un filo più tempo e calma (gli aggiornamenti delle uscite arrivano quotidianamente, per cui vi posso solo fare una foto di ciò che so ad oggi, con il buon proposito di aggiornare in corso d'opera ..).
In ogni caso ho pensato essere utile uscire prima possibile con questo articolo, per far aggiornare ai turisti in terra di Germania le loro liste degli acquisti .. :)

domenica 15 ottobre 2017

[Riparliamone] Grand Austria Hotel

scritto da Bernapapà

So che una recensione del gioco è già stata fatta da Fabio quasi due anni fa (vedi qui), ma considerando che, per il mio palato, questo è sicuramente il miglior gioco uscito nel 2015 e che proprio quest'anno è stato localizzato dalla Cranio Creations, come non dedicarvi un nuovo articolo, anche in considerazione del fatto che il gioco occupa la ben illustre posizione 24 della edizione 2017 della nostra top100 di sempre (cui ho contribuito con forza)?

Eccomi allora a cimentarmi in questo grato compito, per cercare di sottolineare quanto quest'opera, della collaudata accoppiata, geniale direi, Gigli-Luciani, con le illustrazioni del bravissimo – ed oramai onnipresente – Klemens, per 2-4 giocatori per un paio d'ore di concentrazione, sia da annoverare fra le perle che continueranno a brillare per molto tempo.
Cosa lo contraddistingue in poche parole? Originalità, profondità, ambientazione e linearità. Un gioco apprezzato dai gamer, un po' brucia-cervelli, per partite tirate, ma che a mio avviso può essere anche giocato se non da tutti, sicuramente da chi è avvezzo ai giochi da tavolo moderni.

sabato 14 ottobre 2017

Recensioni Minute - (Anteprima) Dragon Castle

scritto da TeOoh!

Questo gioco era già nella mia watchlist di Essen per via dell'appeal che la base del Mahjong ha su di me. Non tanto perché lo giochi abitualmente, ma perché ricordo che da piccolo mi affascinava sul vecchissimo 486. Poi vabbe', se si aggiungono regole super stringate e possibilità di setup variabili, si spiega come abbia fatto a ricevere un "vuoi passare dentro a provarlo?" dall'Editore il venerdì e il sabato tornava già a casa con me.
Parlo di Dragon Castle, gioco per 2-4 giocatori di Lorenzo Silva, Hjalmar Hach e Luca Ricci della durata di 45 minuti. Edito dalla nostrana Horrible Games.

venerdì 13 ottobre 2017

[Recensione] Claim

scritto da Fabio (Pinco11)

La prima cosa che mi ha fatto notare Claim, edito dalla White Goblin Games e ideato da Scott Almes (Tiny Epic ...), è stato il fatto che fosse illustrato da Mihajlo Dimitrievski, artista che si sta facendo decisamente notare, con i suoi disegni molto di carattere e che ricordiamo, tra gli altri titoli sui quali ha lavorato, per le illustrazioni della serie North Sea (Shipwrights, Raiders, ...).
Si tratta qui di un gioco per due, di carte, di quelli che stanno in una classica scatolina piccola, con un regolamento che occupa un foglietto (lungo e ripiegato), ma che sin dalla lettura delle regole (sulle quali ad onor del vero un attimo devi riflettere, prima di entrarci dentro) fa capire di avere sotto qualcosa di interessante.
Dopo averci giocato devo dire che il titolo gira davvero per benino: vediamo di approfondire.

giovedì 12 ottobre 2017

[La vedetta di KS] XXXVIII puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

VI-AVEVO-AVVISATI! Da questa settimana e per le prossime a seguire avremo da fare: mangiarci i gomiti, analisi paralisi su cosa finanziare, piangere alla vista dell'estratto conto, come nascondere le spese alla dolce metà, il tutto condito ovviamente con l'avvicinarsi di Lucca, Essen e poi senza rendercene conto il Natale!
  • 7th Continet
  • Resident Evil 2
  • Sunset Over Water
  • Tiny Epic Defenders: The Dark War
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

mercoledì 11 ottobre 2017

Recensioni Minute Hangout - 3 Premi a confronto

scritto da TeOoh!

Ogni volta che un premio viene assegnato, scatta sempre il malumore: fan sfegatati del gioco che non ce l'ha fatta a vincere in finale sostengono il proprio beniamino, ma anche critiche verso giochi nemmeno annoverati nella rosa sono all'ordine del giorno.
Spesso, però, non si tiene conto che non tutti i premi sono uguali, che ognuno ha le proprie linee guida e che, quindi, magari il gioco che si sta sponsorizzando, semplicemente non può essere nemmeno considerato dal premio stesso.
Un po' come si chiedesse di far accedere Bolt a MasterChef solo perché, cacchio, come corre lui, non corre nessuno.

[Anteprima] Warhammer Underworlds: Shadespire

scritto da Simone M.


Rotto il sodalizio con Fantasy Flight Games lo scorso anno, la Games Workshop (o più brevemente GW) ha più volte tentato incursioni nel mondo dei boardgame classici con titoli tratti dalle loro ambientazioni di punta, Warhammer e Warhammer 40.000 con alterne fortune (vedi la serie The Horus Heresy).
Avevamo infatti potuto provare sui nostri tavoli Deathwatch Overkill ambientato nel futuristico mondo del 40.000, Warhammer Quest: Silver Tower e accennato al suo secondo capitolo Warhammer Quest: Shadow over Hammeral (che costituisce un gioco a sé stante) due dungeon-crawler tratti invece dal nuovo universo Age of Sigmar.
Dopo aver tentato con l'arena di Gorechosen la strada dello skirmish da tavolo "veloce" per 2-4 giocatori, GW ci riprova con Warhammer Underworlds: Shadespire che promette sanguinosi duelli della durata di 45 minuti.

martedì 10 ottobre 2017

[Recensione] EXIT - La Baita Abbandonata

scritto da Chrys

Le Room Escape mi piaccio e molto: parlo principalmente di quelle reali (anche se ne ho solamente 4-5 alle spalle) e ho accolto con gioia questa nuova ondata di "room escape casalinghe" che è arrivata, come immaginabile, in coda alla grande diffusione di quelle fisiche.

Oltre ad avervi parlato su queste pagine proprio di quelle fisiche un paio di anni fa (qui), vi avevo anche dato le mie impressioni su Unlock! (le trovate qui) che ne è la versione marchiata Asmodee.

Oggi vi parlo invece della serie EXIT (1-6 giocatori, 45-90 minuti) che è la room escape casalinga ideata dalla Kosmos, tradotta dal poco amichevole tedesco stretto da Giochi Uniti (che la distribuisce in Italia) e la aspettavo al varco da un po', dato che ha vinto il Kennerspiel des Jahres 2017... ovviamente il titolo è completamente in italiano.
Ho definito EXIT una "serie" perché si tratta di una serie di scatoline vendute separatamente e ciascuna con una diversa avventura, accomunate dal medesimo sistema di gioco. Inizio però col dirvi che...

QUESTO ARTICOLO È AL 100% SPOILER FREE
Vi parlerò delle meccaniche adottate e vi darò le mie impressioni sul gioco.

Nello specifico io ho provato EXIT - La Baita Abbandonata, la cui trama di apertura è la seguente: "Dopo esservi fermati per un’avaria alla macchina, cercate un rifugio per la notte. Per fortuna nel bosco c’è una baita abbandonata. Tuttavia quando al mattino dopo vi svegliate, scoprite che la porta è sprangata! Sbarre di metallo alle finestre vi impediscono la fuga. Trovate uno strano blocchetto di appunti e un misterioso dischetto rotante…