sabato 8 luglio 2017

Recensioni Minute - Flamme Rouge

scritto da TeOoh!

Grazie al manga di Wataru Watanabe "Yowamushi Pedal", mi sono scoperto appassionato di ciclismo. Chiariamoci, non penso che guarderò mai il Giro d'Italia in televisione (come praticamente qualsiasi altro sport, proprio non mi riesce), ma ho iniziato ad essere molto meno restio ad avvicinarmi ai giochi con quel tema.
Ecco quindi che, sin da Essen, non vedevo l'ora di provare Flamme Rouge, gioco per 2-4 giocatori di Asger Harding Granerud per una durata di 30-45 minuti. Vedrà la sua edizione italiana a brevissimo per mano della Playagame edizioni.


La minutissima è: in contemporanea i giocatori selezioneranno per ciascuno dei 2 loro ciclisti una carta movimento che sarà poi scartata per il resto della partita. In ordine quindi di posizione in gara, i ciclisti saranno mossi tanti passi quanti indicati dalla carta, aggiungendo 1 passo se in scia e inserendo nel mazzo una carta fatica se davanti non hanno nessuno. Si ripete così finché un ciclista non taglia, vittorioso, per primo il traguardo.

Decisamente affascinante il fatto che, con una meccanica così semplice, si riesca comunque a gestire un buon livello di simulazione di gara e di gestione della corsa. I ciclisti, se spinti in fuga troppo presto accumuleranno fatica, rendendo più difficile eseguire scatti nelle parti finali. Avendo a disposizione un rouleur e uno sprinteur, ciascuno con un mazzo diverso, sarà possibile far "stancare" uno dei due tenendo l'altro in scia per lanciarlo verso la fine della gara bello riposato. C'è il concetto di scia per guadagnare strada grazie all'affaticamento degli altri. Ci sono i concetti di salita e discesa che permettono, il primo di patire il dislivello in termini di velocità, il secondo di riposare le gambe del proprio ciclista mantenendo una buona velocità.

Insomma, l'autore è riuscito a rendere il gioco accessibile davvero a tutti, pur riuscendo a soddisfare i giocatori più esigenti in termini di strategia di gara.
Segnalo inoltre che su BGG gli utenti hanno già messo a punto / stanno aggiungendo un bel po' di tracciati extra ispirati a gare classiche o al Tour de France 2017, quindi, se le 6 già incluse non vi bastassero... qua ce n'è veramente un'epopea.

Le gare vanno in qualche modo "preparate": in alcuni percorsi è possibile partire in fuga molto presto e tagliare vittoriosi il traguardo, in altri casi ci si trova spompi troppo presto. In alcune configurazioni è lo sprinteur il vostro asso, in altre (tipo con arrivo in salita) è il ruleur a guadagnarsi il titolo di MVP.

Devo trovarci qualcosa? Forse avrei preferito, almeno per le curve più strette, un qualche vincolo di sorta, per evitare che si possano affrontare comunque alla massima velocità, ma, accetto volentieri il compromesso, se le regole da spiegare sono così ridotte veramente all'osso.

Vi lascio ad un link Egyp e vi auguro buona visione per l'approfondimento!

Nessun commento:

Posta un commento